Alcyoneus, radiogalassia da record

SCOPERTA DAI RICERCATORI CHE ANALIZZANO I DATI DELLA LOFAR TWO-METRE SKY SURVEY

È la più grande struttura radio associata a una galassia mai osservata, i cui pennacchi di plasma si estendono per 16 milioni di anni luce, 160 volte il diametro della Via Lattea. Dimensioni che le hanno meritato il nome di Alcyoneus, uno dei giganti che combattono contro Eracle per la supremazia del cosmo.

La radiogalassia è stata scoperta dai ricercatori che analizzano i dati della Lofar Two-metre Sky Survey, un progetto di monitoraggio del cielo con la rete di antenne Lofar. Martijn Oei, dottorando in astrofisica all’Università di Leiden, ha notato la struttura, che si trova a tre miliardi di anni luce da noi: i suoi pennacchi di plasma occupano una regione di cielo grande come la Luna, ma l’emissione è molto debole e per questo era finora sfuggita ai ricercatori.

I pennacchi di Alcyoneus sono prodotti dal buco nero supermassiccio situato al suo centro, che eietta gas e polveri a velocità prossime a quella della luce. In questo processo violento, la materia si riscalda al punto da dissolversi in plasma, che brilla in luce radio. È probabile che Alcyoneus si trova in una regione dell’Universo poco densa, in cui i getti del buco nero possono propagarsi senza ostacoli, gonfiando lobi radio da record. E questi potrebbero rivelarci – grazie alle loro deformazioni – la presenza dei debolissimi filamenti che costituiscono la Cosmic web (“rete cosmica”), la struttura su larga scala che si estende nell’Universo in modo simile alla rete neurale del nostro cervello.

Iscriviti alla newsletter

Email: accetto non accetto