Una supernova nei Cani da Caccia

SCOPERTA LA NOTTE DEL 21 GENNAIO DA UN OSSERVATORIO AMATORIALE ITALIANO

La notte del 21 gennaio 2022 (alle 01h12m01s TU), in una delle consuete osservazioni automatizzate e programmate, il telescopio robotico RC da 0,50 m della Stazione astronomica “G. Bruno”, situata al Passo del Brallo (a 1000 m slm, in provincia di Pavia), ha rilevato la presenza di una supernova nella galassia NGC 5117 distante 109 milioni di anni luce nella costellazione dei Cani da Caccia, vicino al confine meridionale con la Chioma di Berenice.

Nella foto della scoperta (in apertura), la supernova è evidenziata da un cerchietto a breve distanza dal centro della galassia, in un cielo non perfettamente buio a causa della presenza della Luna, da pochi giorni passata dalla fase Piena. Il programma di  automazione dell’osservatorio del Brallo è gestito dal software Ricerca della Omegalab di Palermo.

La NGC 5117 è una galassia spirale barrata, di tipo SBcd, larga circa 70mila anni luce (dimensioni apparenti 2,20’x1,01’ e magnitudine apparente 13,4), scoperta il 30 marzo 1827 da John Herschel.

Questa immagine della galassia è stata creata utilizzando il software Aladdin Sky Atlas grazie ai dati pubblici dello Strasbourg Astronomical Data Center e Sdss (Sloan Digital Sky Survey).

La notte successiva, la natura dell’oggetto celeste, identificato dalla sigla SN 2022abq, è stata confermata dagli astronomi dell’Osservatorio di Asiago con il Telescopio Galileo, che hanno ottenuto anche lo spettro della supernova per la classificazione. È risultata di tipo II (da collasso nucleare con conseguente esplosione di una stella con massa iniziale almeno nove volte maggiore di quella del Sole) con la magnitudine apparente 16,2, alle coordinate AR 13h22m56s.790, Dec. 28°19’09”.60

Era più di un anno che dall’Italia non veniva scoperta una esplosione stellare. Complimenti della direzione e redazione di Cosmo agli scopritori, il presidente della nostra casa editrice BFC Space Franco Cappiello e il corresponsabile dell’osservatorio del Brallo, Salvo Massaro.

Iscriviti alla newsletter

Email: accetto non accetto