Addio Arecibo

DESTINATO ALLO SMANTELLAMENTO IL RADIOTELESCOPIO PIÙ FAMOSO AL MONDO

arecibo

Dopo 57 anni di onorato servizio, fra terremoti, uragani e l’inospitale clima portoricano, il radiotelescopio di Arecibo è arrivato alla fine della sua carriera. Con un diametro di 305 metri, è stata per cinque decenni l’antenna più grande al mondo. 

Decidere di smantellarla è stata una decisione sofferta ma inevitabile. Quest’anno sono infatti collassati due dei 18 cavi di supporto della struttura ricevente, una piattaforma di 900 tonnellate posizionata 150 metri sopra il collettore principale.

Il secondo cavo è collassato il 7 novembre, prima che i lavori di rinforzo della struttura in seguito alla rottura in aprile del primo cavo venissero terminati. 

Ora la struttura è talmente labile che persino le operazioni per la sua messa in sicurezza potrebbero causare il collasso di un altro cavo o il crollo della piattaforma ricevente o addirittura di una delle tre torri di cemento armato a cui i cavi sono ancorati.

Volendo salvaguardare la vita di chi lavora all’impianto, l’unica soluzione praticabile è stata l’abbandono.

Molti sono stati i messaggi di affetto verso gigantesco osservatorio postati sui social dalle generazioni di scienziati che l’hanno utilizzato per ascoltare i segnali radio provenienti dal cosmo.

Agli addetti ai lavori si è aggiunto anche il grande pubblico, che ha conosciuto Arecibo grazie al film Contact (1997) basato sull’omonimo romanzo di Carl Sagan, oppure grazie al celebre Messaggio di Arecibo: un segnale trasmesso dalla grande antenna e realizzato ad hoc (sempre da Carl Sagan) per comunicare la nostra presenza a eventuali civiltà extraterrestri.

Il gigantesco orecchio installato in una cavità naturale dell’isola di Portorico non ascolterà più, ma il suo messaggio continuerà a viaggiare per 25 mila anni, finché non arriverà all’ammasso globulare M13.

In figura, una veduta aerea che mostra lo squarcio nel collettore principale causato dal collasso del cavo. 

Iscriviti alla newsletter

Email: accetto non accetto