La stella più veloce della Via Lattea

SI MUOVE A 24 MILA KM AL SECONDO VICINO AL BUCO NERO CENTRALE DELLA GALASSIA

Orbits of stars around black hole at the heart of the Milky Way

Nel circuito spaziale che circonda Sgr A*, il buco nero supermassiccio al centro della nostra Galassia, la stella che segna il giro più veloce si chiama S4711 e impiega solo 7,6 anni per orbitare attorno al buco nero. Si tratta della stella con il periodo orbitale più breve e la minore distanza media dal buco nero finora scoperta.

Florian Peissker e collaboratori hanno osservato il centro della Via Lattea dal 2004 al 2016, collezionando immagini e spettri delle stelle nel vicino infrarosso con gli strumenti Sinfoni e Naco, che hanno consentito di determinare velocità orbitali e masse delle stelle di questo girone infernale che circonda il buco nero da 4 milioni di masse solari. La vicinanza al buco nero ha reso queste stelle super veloci estremamente difficili da rilevare prima dello sviluppo di tecniche di analisi avanzate come quelle impiegate in questo studio.

S4711 è una stella blu con un’età di circa 150 milioni di anni. Lungo la sua orbita, il punto di massimo avvicinamento dista 21,5 miliardi di chilometri (144 unità astronomiche) dal buco nero, dove sfreccia a 24 mila chilometri al secondo (circa 86 milioni di chilometri all’ora).

Secondo Peissker, la stella super-veloce potrebbe essere una squeezar, una stellache varia la sua temperatura di migliaia di gradi per effetto delle interazioni di marea che subisce lungo la sua orbita intorno a un buco nero supermassiccio. Un altro effetto che si dovrebbe poter osservare su S4711 e altre stelle simili che orbitano Sgr A*è lo spostamento del periapside.

Tutti studi per i quali si attende l’entrata in funzione dell’Extremely Large Telescope (Elt) attualmente in costruzione nel deserto di Atacama. Elt sarà il più grande telescopio nell’ottico e nel vicino infrarosso al mondo, e raccoglierà 13 volte più luce dei più grandi telescopi ottici attuali.

Nella simulazione in figura, le orbite di alcune stelle molto vicine al buco nero supermassiccio nel cuore della Via Lattea.

Iscriviti alla newsletter

Email: accetto non accetto