L’ombra del pipistrello

UN DISCO PROTOPLANETARIO GENERA UN FENOMENO INATTESO E INQUIETANTE

La Bat Shadow (“ombra del pipistrello”) ripresa dal telescopio spaziale Hubble è l’ombra generata da un disco protoplanetario non visibile che circonda la giovane stella Hbc 672, e si proietta su una nube più distante, la Nebulosa Serpente, come l’ombra di un paralume su un muro.

Ma la notizia stupefacente è che osservando una sequenza di immagini della Bat Shadow, si vede l’ombra delle ali muoversi, come se il pipistrello le stesse agitando.

Il disco – una struttura circolare di gas, polvere e roccia – potrebbe essere a forma di sella, con due gobbe e due avvallamenti, il che spiegherebbe lo “sbattere” delle ali. Il fenomeno sarebbe causato da un pianeta in orbita attorno alla stella, che deforma il disco, gonfiandolo. Il movimento del pianeta, con un’orbita inclinata rispetto al piano del disco, sarebbe la causa delle variazioni della sua ombra.

Il disco è troppo piccolo e troppo distante per essere visto, anche da Hubble, ma la sua ombra è circa circa 200 volte maggiore della larghezza del nostro Sistema solare. 

La stella Hbc 672 risiede in un vivaio stellare distante circa 1400 anni luce e ha un’età di solo uno o due milioni di anni. La scoperta del volo del pipistrello è stata casuale, grazie a un programma didattico della Nasa in cui sono state accostate immagini della Bat Shadow prese in tempi diversi, che hanno rivelato l’inatteso movimento. Lo si può osservare in questo video.

Iscriviti alla newsletter

Email: accetto non accetto